Progetto Abele - Il Tema della corruzione al Magnani

Oggi 12 dicembre 2019, io e la mia classe, la 2C, accompagnati dai professori Felisa, Mirabile ed Oliva, ci siamo recati presso il teatro Magnani di Fidenza, per assistere alla plenaria del progetto ABELE sulla corruzione. 

Hanno partecipato al progetto molte scuole della provincia di Parma.

Il Paciolo D’Annunzio ha parlato del caso “Mani pulite” e di altri casi di corruzione che hanno toccato l’Italia, la Francia e gli Stati Uniti d’America .

L’istituto Berenini ha parlato di sicurezza alimentare e di inquinamento ambientale. Non si può permettere alla corruzione ed alle mafie di entrare nella nostra sicurezza alimentare e salute.

Il Magnaghi ha presentato un progetto dal titolo “Se ti rubassero il futuro”.

Le scuole Paciolo –Zani hanno preso ispirazione da articoli di giornale inerenti la corruzione, creando una canzone rap: “La corruzione porta solo distruzione”.

L’ITIS Berenini ha presentato il progetto “Corruzione, rifiuti e futuro sostenibile “.

La signora Roberta infine ci ha raccontato la storia di suo padre Ambrogio Mauri, vittima della corruzione. E’stato molto commovente. Egli era un imprenditore italiano che è diventato uno dei simboli della lotta alla corruzione in Italia. La sua azienda la MAURI Bus SYSTEMS attraversò negli anni’ 80 un periodo di crisi; il motivo principale fu il rifiuto del signor Mauri di pagare le tangenti ai politici milanesi.

Ma la presentazione più bella è stata quella della mia classe. Insieme alla professoressa di diritto Felisa abbiamo affrontato, prima di tutto, il tema della corruzione da un punto di vista legislativo. Poi abbiamo parlato della corruzione in ambito calcistico, alcuni miei compagni provenienti da paesi extra-comunitari hanno parlato della corruzione nei loro paesi d’origine.

teatroSolari1

 

L’ultimo punto del nostro progetto ha trattato di un caso del 2014, in cui sono state sequestrate 2440 forme di Parmigiano, perché contenenti latte contaminato da aflatossina. Grazie ai controlli dei NAS molti sono finiti sotto accusa per associazione a delinquere, finalizzata al falso in atto pubblico e alla commercializzazione di sostante alimentari nocive e tentata truffa aggravata finalizzata alla ricezione di pubbliche erogazioni, per il latte qualità.

Secondo gli inquirenti, le analisi sul latte sarebbero state falsificate lasciando che il latte contaminato venisse usato per la produzione del formaggio.

Il tema della corruzione mi ha molto colpito. Io credo che se non si combatte la corruzione si finisce per farne parte!

 

Il vostro inviato speciale

Matteo Marsico

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.